Immaginiamo un padre. Che regala una vacanza premio ad uno dei suoi tre figli. Deve decidere chi.
Uno dei tre figli si avvicina al padre e gli dona una bottiglia di vino. Il padre la osserva, e poco dopo decide chi avrà il viaggio premio: è il figlio che gli ha regalato il vino.

Secondo voi il padre ha agito in modo onesto verso i tre figli?

Veniamo al governatore della Liguria, Giovanni Toti. Come si sa la Regione ha voce in capitolo sul trattamento dei rifiuti. Deve decidere quale azienda si occuperà di questo delicato compito. Non bandisce una gara pubblica ma decide che a farlo sarà la Waste. Giovanni Toti però prima di decidere ha ricevuto dalla Innovatec, che fa parte del gruppo Waste, soldi, tanti soldi. La Waste oggi è l’azienda che gestisce la discarica del Boscaccio di Vado Ligure a Savona.

Secondo voi il governatore  della Liguria ha agito in modo morale rispetto ai cittadini liguri?
Attenzione, non dico illecito ma “morale”.

Un altro esempio, preso fra le decine e decine di migliaia di euro che Toti fa girare con i suoi numerosi conti correnti.

La famiglia Gavio, concessionario di autostrade e porti, dona 15mila euro, più altri 20mila successivamente alla fondazione Change, di Toti. Un anno dopo la società San Giorgio (controllata dalla famiglia Gavio) è tra le fortunate a ottenere il rinnovo della concessione, senza gara pubblica, fino al 2030.

Secondo voi il governatore della Liguria ha agito in modo morale rispetto ai cittadini liguri?

Vado avanti? Perché i nomi sono tanti, come i soldi. Moby, Giovanni Calabrò, Schenone e anche Europam. Quest’ultima in questi ultimi giorni è nota per aver detto, tramite i propri avvocati, che la morte del Vigile del Fuoco Giorgio Lorefice, il pompiere deceduto nel 2005 a Serra Riccò a seguito dello scoppio di un’autocisterna di gpl, è avvenuta per sua stessa colpa: che ha agito in modo negligente.
Ecco Giovanni Toti ed Europam sono legati ancora dai soldi.
80mila euro.

La Europam regala 80mila euro alla fondazione di Giovanni Toti. Qualche mese dopo, avvenuta l’elezione di Marco Bucci, finanziato anche lui da Giovanni Toti, la Europam viene chiamata a fornire gasolio per Amt. Senza gara pubblica. La cifra di soldi pubblici incassata da Europam è 8 milioni e 355 mila euro.

Pongo ancora una volta lo stesso interrogativo:
Secondo voi il governatore della Liguria ha agito in modo morale rispetto ai cittadini liguri

Qui non si tratta, almeno per ora, di soldi illeciti o di finanziamenti illegali. È tutto legale.
Ma un politico deve seguire solo la legge o anche la morale?

Le tante aziende liguri che potevano beneficiare di appalti pubblici puliti e liberi sono state penalizzate dalle scelte di parte della giunta?

Le scelte fatte da Giovanni Toti sono state libere o guidate da riconoscenza e dal sentirsi obbligato a restituire un favore?

Voglio ricordare allora il pensiero di Immanuel Kant: “Due cose riempiono l’animo di ammirazione e venerazione sempre nuova e crescente, quanto più spesso e più a lungo la riflessione si occupa di esse: il cielo stellato sopra di me, e la legge morale dentro di me“.